Redono

Urban Contest@Centro Nazionale Sangue e Ministero della Salute.
una campagna ideata da 21Grammi srl
interpretata da Fra.Biancoshock

 

maggio 27, 2014   No Comments

MISTER RED, nato dalla fertile mente dell’artista Fra.Biancoshock, è il protagonista dello SPOT, ideato dalla Società 21Grammi srl che dal 29 maggio verrà proiettato prima di ogni film nelle 260 sale del circuito nazionale THE SPACE CINEMA.

Il Ministero della Salute ed il Centro Nazionale Sangue, l’Ente preposto a coordinare il Sistema trasfusionale nel nostro Paese, lanciano la Campagna di sensibilizzazione al dono del sangue , dal titolo RED(ON)O, un logo che vuole  comunicare quanto sia importante (ri)accendere in tutti noi la consapevolezza di evitare “black-out” anche per questa importante risorsa, ma anche la voglia di donare come stile di vita, per trasmettere un contagio positivo verso valori importanti, come la solidarietà e la condivisione. La donazione non deve restare un gesto isolato, emotivo, ma può essere un’abitudine di vita, sempre monitorata dai medici preposti ed effettuata presso i Centri Trasfusionali o le strutture autorizzate presso le associazioni di volontariato convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale. E’ un bel gesto che dai 18 ai 65 anni fa bene a noi e agli altri. [Read more →]

maggio 27, 2014   No Comments

New York è la città che più al mondo ama l’arte contemporanea, sia essa esposta in ricche gallerie o sia all’aperto, lungo marciapiedi vissuti; la street art è esplosa qui con Jean-Michel Basquiat e in questa metropoli continua a prosperare. A chi sta preparando la valigia per la “grande mela” consigliamo caldamente di dedicare qualche giorno alla visita di questo museo a prezzo zero. Ecco una piccola sintesi di quel che vale assolutamente la pena di vedere.

Le fabbriche e i palazzi abbandonati
5Pointz (Jackson Avenue, angolo con Davis Street) è un grandissimo spazio a Long Island City, che viene considerato la Mecca dei graffitari: qui hanno lavorato persone da tutto il mondo, compresi leggendari writers. [Read more →]

settembre 30, 2013   No Comments

Abbiamo chiesto la scorsa settimana alle segreterie dei due candidati Sindaci di Roma la loro posizione sull’Urban Act …

Roma – Il candidato sindaco Ignazio Marino ci ha fatto pervenire la seguente risposta :
“In troppe zone periferiche di questa città ci sono muri grigi e inguardabili. La pratica dei writers non deve essere sempre condannata ma incanalata se condivisa e se questa vuole migliorare l’aspetto esteriore di spazi urbani lasciati al loro destino. In questo modo si ottengono diversi risultati: abbellire superfici anonime e far rientrare nella legalità molti giovani dando loro spazi per esprimersi liberamente. Faccio un esempio. L’ultimo caso a mia memoria è quello di un cavalcavia sulla via Ostiense i suoi muri erano grigi e anonimi, spesso sporchi dallo smog. La superficie è stata data dal presidente di quel municipio ad artisti che lo hanno abbellito e riempito di colori attraverso le loro opere. Oggi passando in quel punto si ha una sensazione diversa, gradevole. E così accade anche alla stazione della metro di Rebibbia a Quintiliani a Monti Tiburtini o sulla Gianicolense sul grande muro di contenimento del capolinea del tram 8. Se ci sono delle associazioni, dei giovani che si esprimono attraverso una forma di arte e di linguaggio urbano e, in accordo con la città e le amministrazioni io non posso che essere favorevole. La bruttezza di tanti muri periferici può essere abbellita anche attraverso questi esperimenti che devono essere condivisi e, se vantaggiosi per tutti, portati avanti. I vantaggi per la città e per le sue casse potrebbero essere numerosi a partire – ad esempio – come i troppi vagoni delle metro deturpati dalle scritte abusive.”

Il sindaco uscente Gianni Alemanno non ci ha ancora risposto, rimaniamo a disposizione dei candidati sindaco per ogni replica o chiarimento in merito.

la Redazione

 

giugno 3, 2013   No Comments

Deitch’s Market Defense Flops, Cupboard Yields Rubens Medici, and More

Panel Confirms Market Doesn’t Determine Quality: During Art Basel in Hong Kong a debate staged by Intelligence Squared solicited attendees’ vote on the proposition “The market is the best judge of art’s quality,” with 60 percent disagreeing at the beginning of the event, and a whopping 73 voting disagreeing by the end. MOCA Los Angeles director Jeffrey Deitch did his best in the opening remarks for the pro-market camp: “It is a complex open system that encompasses a giant web of information and disinformation and informed and misinformed opinions that influence our perceptions of quality and value.” [South China Morning Post]

Rubens Sketch Found in School Cupboard: A drawing purchased in the 1950s by a Reading University fine-art professor for “about £5 and £10″ has turned out to be an authentic Peter Paul Rubens drawing of French Queen Marie de’ Medici. “It was very exciting indeed,” said Anna Gruetzner Robins, a professor at the university. “A Rubens in the cupboard! It is not what you expect to find.” [Guardian] [Read more →]

maggio 31, 2013   No Comments

Upfest, la street art alla luce del sole
Nella Bristol di Banksy il raduno dei writer

Sesta edizione del festival dei “graffitari”: 342 street artist provenienti da tutto il mondo. Per gli italiani una boccata di libertà: “Qui i muri non sono imbrattati, sono solo più belli. La repressione che c’è da noi fa aumentare i tag” ovvero le “firme” che imbruttiscono molti centri storici delle nostre città

BRISTOL  – di LUCA DE VITO per Repubblica.it-  Un’anziana signora si avvicina al gruppo di writers che stanno disegnando due alieni con la pancia gialla sul muro. Sorride, tira fuori una macchinetta fotografica e scatta. “Che bravi che siete, vi fotografo tutti!”. Bristol, Inghilterra, maggio 2013. L’Italia dei divieti e delle leggi anti graffiti sembra lontana anni luce. A Bedminster, quartiere nella zona sud della città, sono i giorni dell’Upfest, il più grande festival europeo che riunisce street artist da tutto il mondo. [Read more →]

maggio 27, 2013   No Comments

Nannarella ricordando nella «factory» del Lanificio: cucina, danza, arte e creatività.

Una galleria d’arte, una scuola di danza, un laboratorio di restauro di mobili d’epoca, un ristorante e un bistrot, uno studio di design, una sala per concerti di musica live, una terrazza sull’Aniene, una trentina di rondini che hanno nidificato sotto i soffitti delle varie sale e sfrecciano garrendo lungo le scale interne, nell’atrio, nei corridoi. È la felice Factory creata da un gruppo di giovani imprenditori in un ex lanificio, tremilacinquecento metri quadrati in via di Pietralata 159. [Read more →]

maggio 17, 2013   No Comments

Download (PDF, 4.63MB)

Scaricala in versione Basic o
in Alta Qualità -HQ

ottobre 16, 2012   No Comments