Repubblica.it – Incisioni rupestri rinvenute in una grotta nei pressi di Gibilterra sarebbero state prodotte con la tecnologia tipica dell’ominide che visse in Europa prima del Sapiens. Smentendo definitivamente l’ipotesi sulla sua inferiorità intellettivo-cognitiva

L'arte astratta? L'ha inventata il Neanderthal Le incisioni nella Gorham’s Cave (Stewart Finlayson)

L’arte astratta… E’ più antica del previsto, molto più di Picasso o Kandinsky, ma anche precedente alle incisioni rupestri dei nostri antenati, almeno dei nostri progenitori diretti. Risale, a quanto pare, all’uomo di Neanderthal. All’interno di una grotta a Gorham, Gibilterra, è stata infatti ritrovata e studiata un’incisione su una roccia, che si può definire la madre dell’astrattismo. Il ritrovamento, e le conseguenti deduzioni, pubblicate sulla rivista dell’Accademia delle Scienze Americana, Proceedings of the National Academy of Sciences, sono opera di un gruppo di ricerca europeo guidato da Joaquin Rodriguez-Vidal dell’Università spagnola di Huelva.

Le incisioni nella Gorham’s Cave (Stewart Finlayson) [Read more →]

settembre 4, 2014   No Comments

Illustrator and designer Akihiro Mizuuchi has designed a modular system for creating edible chocolate LEGO bricks. Chocolate is first poured into precisely designed moulds and then, once cooled,  the chocolate bricks can be popped out and used as regular LEGOs. Mizuuchi’s mold is so detailed it even imprints the LEGO logo on the top of each raised cylinder. Unlike other attempts to create candy LEGOs, Mizuuchi mold doesn’t just simulate the iconic convex cylinders atop each LEGO block, but also the hollow underside with minurature support beams to hold the blocks together. [Read more →]

agosto 26, 2014   No Comments

Cosa può fare una penna con una punta extrafine da 0,25 mm?
L’agenzia Grey di Barcellona si è posta questa domanda ed ha avuto una idea geniale, usare la Pilot Extrafine per tatuare i Lego. Diretti da José Miguel Tortajada ed Oscar Amodia gli illustratori Diogo Dutra e Malen Feliz hanno realizzato questa campagna che ha dell’incredibile, tatooo realizzati con cura maniacale e con dettagli straordinari riprodotti sopra quei corpicini gialli a noi tanto cari. [Read more →]

agosto 26, 2014   No Comments

Redono

Urban Contest@Centro Nazionale Sangue e Ministero della Salute.
una campagna ideata da 21Grammi srl
interpretata da Fra.Biancoshock

 

maggio 27, 2014   No Comments

MISTER RED, nato dalla fertile mente dell’artista Fra.Biancoshock, è il protagonista dello SPOT, ideato dalla Società 21Grammi srl che dal 29 maggio verrà proiettato prima di ogni film nelle 260 sale del circuito nazionale THE SPACE CINEMA.

Il Ministero della Salute ed il Centro Nazionale Sangue, l’Ente preposto a coordinare il Sistema trasfusionale nel nostro Paese, lanciano la Campagna di sensibilizzazione al dono del sangue , dal titolo RED(ON)O, un logo che vuole  comunicare quanto sia importante (ri)accendere in tutti noi la consapevolezza di evitare “black-out” anche per questa importante risorsa, ma anche la voglia di donare come stile di vita, per trasmettere un contagio positivo verso valori importanti, come la solidarietà e la condivisione. La donazione non deve restare un gesto isolato, emotivo, ma può essere un’abitudine di vita, sempre monitorata dai medici preposti ed effettuata presso i Centri Trasfusionali o le strutture autorizzate presso le associazioni di volontariato convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale. E’ un bel gesto che dai 18 ai 65 anni fa bene a noi e agli altri. [Read more →]

maggio 27, 2014   No Comments

Con un cartello stradale chiede la fine delle tangenti

Esattamente come per i graffiti di Banksy, anche i lavori di Daku fanno capolino dagli angoli della città. Ed esattamente come il suo collega britannico, nessuno l’ha mai visto in faccia. Daku, writer di Nuova Delhi soprannominato il «Banksy indiano», prende la parola durante le elezioni indiane, con un cartello che dice «stop alle mazzette». Il cartello, la cui foto è stata rilanciata dalla BBC,  è solo uno dei tanti «modificati» da Daku in vari punti della capitale indiana [Read more →]

aprile 9, 2014   No Comments

L’artLab L.U.de.S. è lieta di offrire gratuitamente lo scaricamento del libro del Dott. Leandro Abeille, Sociologo, Dottorando in Criminologia,  ”Il Graffitismo: tra arte e legalità” –  http://www.uniludes.ch/it/artlab-ludes-presenta

L’Arte di Strada in tutte le sue forme variegate è entrata di prepotenza nelle vite (e sui muri) di ognuno di noi.

Una forma di comunicazione sociale impattante, globale e aggregativa. Un movimento orizzontale planetario che grazie alle immagini virali e ai social network, crea e diffonde messaggi di denuncia, colorando tutto ciò che è ritenuto “grigio” e abbandonato.

Facciate cieche, bidonvilles, detriti di ogni tipo, carcasse di navi, automobili, cassette postali arrugginite, si trasformano in spazi da recuperare con le idee. Ogni angolo buio può avere una seconda chance, un vestito migliore. L’altra faccia della medaglia però, è il vandalismo di tutti quelli che, senza avere la minima dote artistica, riempiono di scritte le nostre città.

Arte o Vandalismo? Non è solo la domanda alla base del pampleth di Leandro Abeille ma anche uno spartiacque che dovrebbe indirizzare le politiche sociali delle amministrazioni cittadine. Scoprire dove inizia l’arte e garantire ad essa un impulso e dove, invece, ci sia vandalismo, cercando di porre un freno, è un tema d’interesse collettivo per i professionisti della comunicazione, gli addetti del mondo dell’Arte e le Istituzioni. In Italia, solo da pochi anni si studia attentamente il fenomeno cercando di incanalarlo in un percorso di opportunità. E’ un inizio promettente ma che deve trovare ancora una gestione condivisa. [Read more →]

dicembre 17, 2013   No Comments

Sabato 23 novembre alle ore 18,30 presso VISIVA, Magmart | video under volcano inaugura il progetto 100×100=900 (100 videoartists to tell a century), per celebrare i 50 anni della videoarte, convenzionalmente ricorrenti nel 2013 e calcolati dalla data in cui Nam June Paik realizzò la sua prima video installazione in Germania.

L’idea base del progetto è che per evolvere bisogna comprendere cosa del passato va archiviato definitivamente. In questo senso, chiamare 100 videoartisti ad interpretare ciascuno un anno del secolo scorso, oltre a costituire una vera e propria narrazione complessiva del ‘900, rappresenta un tentativo di elaborazione del passato, non a caso affidato ad artisti, e non a caso videoartisti – in quanto l’immagine in movimento (cinema, televisione, web) è uno degli elementi caratterizzanti del ‘900.
[Read more →]

novembre 19, 2013   No Comments