Tre grandi opere in metallo dell’artista Carlo Ramous sono rimaste per decenni abbandonate e in rovina nei magazzini comunali vicino alla Villetta. Repubblica Parma le aveva trovate nel 2009. Un appassionato d’arte le ha recuperate, ristrutturate e riportate al pubblico a Milano.

da parmarepubblica.it – di Maria Chiara Perri – Arco. Timpano. Continuità. Forme evocate da enormi volute di metallo che disegnano lo spazio in tre dimensioni. Sono i nomi di imponenti sculture di Carlo Ramous, poliedrico artista milanese scomparso nel 2003. Per trentasette anni sono rimaste abbandonate nei magazzini comunali di Parma, dimenticate come avanzi di cantiere. Oggi, completamente restaurate e ricomposte, sono pronte per essere esposte alla Triennale di Milano.

E’ una storia che sembra una favola, quella delle opere perdute di Ramous. Una storia un po’ diversa da quella classica del capolavoro ritrovato per caso in una soffitta e battuto all’asta per cifre da capogiro. [Read more →]

maggio 9, 2013   No Comments

Hanno tra i 19 e i 24 anni. «Asd» è il loro nome collettivo. A Milano i gruppi «strutturati» sarebbero 300

da Corrierie.it di Gianni Santucci e Armando Stella – MILANO – La firma di Caos . Vernice gialla su una saracinesca. Harvey : vernice nera. Fresco : sulla recinzione di un parco pubblico. Holzo , firma blu, su un muro appena ripulito. E Nios , altra firma nera vicino a una finestra. Poi Zed , la sua tag campeggia in blu, tra le due vetrine di un negozio. Infine, il gruppo riunito, la crew : Asd . Tre lettere in viola tracciate, alla fine del 2011, sul cippo di marmo dedicato al giornalista e scrittore Guido Vergani. Dietro ci sono sei ragazzi dai 24 ai 19 anni. Aggressività sistematica: sui muri, sui furgoni, sugli edifici storici. Obiettivo: notorietà. [Read more →]

maggio 6, 2013   No Comments

Bosco Verticale! è una foresta urbana dalle dimensioni effettive, in piano, di 10.000 metri quadrati, che crescerà però verso l’alto.
L’architettura italiana dalla firma di Stefano Boeri Architetti ha la speranza di fondere la vegetazione con l’architettura urbana.
L’azienda milanese ha progettato un modello che potrebbe portare a un rimboschimento e una naturalizzazione delle metropoli, facendo crescere queste foreste verso il cielo. [Read more →]

marzo 28, 2012   No Comments

Sono writers, ma puliscono anziché sporcare. Girano di notte con un furgone e lasciano messaggi sulle superfici della città, dai marciapiedi alle fermate dei mezzi pubblici. Sono gli attivisti di Green Graffiti, progetto di ‘comunicazione sostenibile’: si applica una stencil su una superficie sporca e si spruzza acqua (piovana) ad alta pressione. [Read more →]

marzo 24, 2012   No Comments

di Paola D’Amico per il Corriere -Assoedilizia: è emergenza, Amsa pulisca gratis i palazzi imbrattati. Ma il presidente Sonia Cantoni: «Non possiamo cancellarle le tag dagli edifici pubblici per una sentenza del Consiglio di Stato»

Corso di Porta Ticinese (Fotogramma)

Imbrattate le barriere antirumore, le serrande dei negozi in centro, i monumenti storici, i palazzi privati e gli edifici pubblici, le stazioni del metrò, i vagoni ferroviari. È emergenza graffiti. Da Porta Volta a Cadorna campeggiano sui muri enormi N (enne), disegnate con il rullo – proprio quello dell’imbianchino -, carico di pittura bianca. [Read more →]

marzo 13, 2012   No Comments

da Repubblica.it di Lucia Landoni – I graffiti urbani sbarcano in galleria: dal 21 febbraio al 9 marzo il writer Luigi ‘Raptuz’ Muratore celebrerà i 25 anni di attività con una mostra personale alla Galleria Schubert in via Fontana a Milano. Le sue opere vengono esposte nell’ambito della mostra ‘Strada madre’, curata dal critico d’arte Lorenzo Bonini. [Read more →]

febbraio 21, 2012   No Comments

Mercoledì 18 gennaio 2012 alle ore 18, inaugura a Roma presso il Museo di Roma in Trastevere, la mostra “Il buio è uno spazio” di Evgen Bavcar che rimarrà aperta al pubblico dal 19 gennaio al 25 marzo 2012. [Read more →]

gennaio 11, 2012   No Comments

L’iconica bottiglia diventa per i talenti emergenti della creatività contemporanea internazionale la “tela bianca” sulla quale realizzare le proprie opere

UrbanContest – Milano – ABSOLUT VODKA da sempre sfida le convenzioni tramite collaborazioni creative con artisti visionari del calibro di Andy Warhol, Keith Haring, Damien Hirst e i più recenti Ron English e Ozmo per il progetto di urban art “Wallpaper” realizzato con successo a Roma e a Milano dove oggi a cura della AdMirabilia è stata presentato l’ABSOLUT BLANK 2011. [Read more →]

dicembre 16, 2011   No Comments