Nel mondo, il maestro cinese Liu Bolin è famoso non meno dell’artista dissidente Ai Weiwei. Le sue opere sono esposte nelle migliori gallerie del mondo. Mosca non fa eccezione.

Nelle sue fotografie, vediamo scaffalature con giornali e riviste. Ma vale la pena scrutare con più attenzione e subito si capisce che dietro di essi c’è una persona, il cui corpo, abilmente dipinto, dà l’impressione di essere completamente trasparente. È come se esso si fondesse con il mondo circostante, rifiutando deliberatamente la propria individualità. [Read more →]

marzo 26, 2012   No Comments

«Per produrre oggetti innovativi servono imprenditori con un patrimonio cognitivo nuovo». L’ intuito creativo – essenziale per ogni industriale degno di questo nome – non è più sufficiente. E dove attingere questo «nuovo» per non restare indietro, tagliati fuori dal gioco spietato della globalizzazione? Una strada è quella dell’ arte. Di più: dell’ arte contemporanea, la più difficile, faticosa e insieme profetica, grande dispensatrice di inquietudine e di nessuna certezza. [Read more →]

marzo 9, 2012   No Comments

marzo 5, 2012   No Comments

oggettidibellezza isbn

di Antonio Prudenzano Esce in Italia (per Isbn edizioni) il romanzo “Oggetti di bellezza”, del divo hollywoodiano (e collezionista d’arte) Steve Martin. Il libro, che presto sarà un film, è ambientato nel mondo delle gallerie d’arte di New York, tra feste, soldi e sesso. Ed è la protagonista femminile, l’irresistibile e arrivista Lacey, a conquistare il lettore. [Read more →]

marzo 2, 2012   No Comments

febbraio 20, 2012   No Comments

 lastampa.it di Mauro Villone da Rio de Janeiro – Parliamoci chiaro, il titolo è ad effetto, anche se contiene una grande percentuale di verità. D’altra parte artista o non artista chiunque può andare dove vuole e ci poteva andare anche prima. Ma in questo caso in effetti ci troviamo di fronte a una congiuntura favorevole di diversi fattori. [Read more →]

gennaio 27, 2012   No Comments

Niente di sorprendente: era successo già nell’edizione 2009 quando le quotazioni di Nathalie Djurberg, allora miglior giovane della 53ª Biennale di Venezia, erano letteralmente esplose in virtù del Leone d’argento appena ricevuto. Così, quasi a ribadire il proprio ruolo di barometro del gusto e del mercato, Art 42 Basel («la più prestigiosa mostra d’arte del mondo», www.artbasel.com) da mercoledì 15 a domenica 19 propone stavolta in ordine compatto (e completo) tutti i vincitori dei Leoni della Biennale di Venezia appena conclusasi: da Christian Marclay (miglior artista) a Haroon Mirza (miglior giovane), dal defunto Christoph Schlingensief (curatore del miglior padiglione, quello tedesco) a Sturtevant e Franz West, grandi vecchi premiati «alla carriera».
[Read more →]

giugno 16, 2011   No Comments